Pettenati e Turchetto | Rischio Chimico
15083
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15083,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
 

Rischio Chimico

La valutazione dei rischi derivanti dalla presenza di agenti chimici è stata inserita nel D.Lgs. 81/2008 e successivi aggiornamenti.

Il decreto ha un campo di applicazione estremamente vario; ogni azienda in cui si utilizzano agenti chimici pericolosi, indipendentemente dalle loro quantità deve effettuare una valutazione del rischio chimico, anche per sole attività che comportano la loro manipolazione, l’immagazzinamento o l’eliminazione ed il trattamento dei rifiuti che risultano dall’attività lavorativa.

Lo Studio Associato Pettenati – Turchetto è in grado di offrire consulenza per effettuare la valutazione del rischio chimico alle imprese in ambito portuale e non portuale, strutturando il lavoro dipendentemente dalle caratteristiche operative e di pericolosità dell’azienda considerata.


VALUTAZIONE RISCHIO CHIMICO

porto

cantiere

La nostra prestazione professionale consiste in un sopralluogo presso l’azienda e una valutazione preliminare del rischio chimico in diverse fasi:

  • Identificazione del pericolo.
  • Identificazione degli agenti chimici utilizzati con classificazione CE o, in assenza, verifica se la sostanza può comportare un rischio per la salute e sicurezza.
  • Controllo dei valori limite di esposizione professionale.
  • Verifica ed identificazione di processi e lavorazioni in cui si sviluppano agenti chimici pericolosi.
  • Valutazione di quantità, modalità e luogo d’uso dei prodotti utilizzati.
  • Individuazione dei dispositivi di protezione individuali utilizzati.
  • Caratterizzazione del rischio.

Qualora ritenuto necessario, in base agli esiti della valutazione sopra descritta, si procederà anche all’analisi strumentale per il controllo dell’esposizione agli agenti chimici nell’ambiente di lavoro. La valutazione del rischio permette di classificare il pericolo in “basso” o “non basso” per la sicurezza e “irrilevante” o “non irrilevante” per la salute dei lavoratori.

A seguito dei risultati della valutazione, ove necessario, si daranno le indicazioni per le opportune azioni di miglioramento.